Tutti i cittadini dei seguenti Paesi aderenti all’Unione europea:

“Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria”,

potranno votare per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio comunale, nel Comune di residenza. Lo stesso diritto ha il personale diplomatico o consolare (ed il relativo personale dipendente dei consolati o ambasciate) degli Stati dell’Unione europea in Italia, pur se non residenti, e non già iscritti in nessuna lista aggiunta di altro comune italiano.

Gli stessi cittadini possono presentare la propria candidatura a consigliere comunale.

Per l’esercizio dei detti diritti dovrà essere presentata, al Sindaco del Comune di residenza, domanda di iscrizione nelle apposite liste elettorali aggiunte.

Nella domanda, oltre all’indicazione del cognome, del nome, luogo e data di nascita, dovranno essere espressamente dichiarati:

— la cittadinanza;

— l’attuale residenza nonché l’indirizzo nello Stato di origine;

— la richiesta di iscrizione nell’anagrafe della popolazione residente nel comune, sempreché non siano già iscritti. L’iscrizione dell’elettore di altro Stato dell’Unione europea nella lista elettorale aggiunta non può comunque prescindere dal perfezionamento dell’iscrizione all’anagrafe della popolazione residente nel Comune;

— la richiesta di iscrizione nella lista elettorale aggiunta.

Alla domanda non presentata personalmente dovrà essere allegata fotocopia non autenticata di un documento di identità valido, come previsto dagli artt. 38 e 45 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

La domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte può essere presentata in ogni tempo e, in occasione del rinnovo del consiglio comunale, non oltre il quinto giorno successivo all’affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali (ENTRO IL GIORNO 11 AGOSTO 2020).

AVVISO PUBBLICO per la concessione di contributi economici a sostegno della prima infanzia e/o natalità per i Comuni di Arrone, Ferentillo, Montefranco e Polino

Il presente avviso disciplina le modalità di erogazione di contributi del Fondo nazionale per le politiche della famiglia – azioni a favore della prima infanzia e/o della natalità - assegnati dalla Regione Umbria alla Zona Sociale n.10 nell’anno 2018. I contributi del presente bando hanno l'obiettivo di rispondere ai bisogni di:

- sostegno socio-economico delle giovani coppie o dei nuclei familiari monogenitoriali con minori 0-3 anni;

- sostegno delle donne sole o delle giovani coppie in attesa di un figlio, come incentivo per la promozione della natalità.

Beneficiari e ammontare del contributo:

Giovani coppie (composte da coniugi o da conviventi, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i quaranta anni) o nuclei familiari monogenitoriali con minori da zero a tre anni;

Donne sole o giovani coppie (composte da coniugi o da conviventi, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i quaranta anni), in attesa di un figlio.

Le risorse complessive disponibili per i 4 Comuni dell’U.D.C. sono € 1.500,00.

 Il contributo erogato a sostegno della prima infanzia ammonterà a:

  1. centocinquanta euro (150,00 €) a nucleo con un minore 0-3 anni;
  2. duecento euro (200,00 €) a nucleo con due o più minori 0-3 anni.

 Il contributo erogato a sostegno della natalità ammonterà a duecento euro (200,00 €) a richiedente.

 

Alla data di scadenza del presente bando il richiedente:

  1. deve essere residente da almeno 2 anni in uno dei Comuni della Zona U.D.C. Valnerina;
  2. deve essere in possesso di attestazione ISEE in corso di validità.

 

Modalità e termini di presentazione

Il presente avviso, corredato di domanda, verrà pubblicato agli Albi Pretori di tutti i Comuni della Zona U.D.C. Valnerina.

Ciascun Comune della Zona U.D.C. Valnerina è a disposizione, con i propri uffici, per la compilazione e l’invio della domanda al Comune capofila.

 La domanda, redatta sull'apposito schema (allegato A e allegato B), deve essere sottoscritta dal genitore o da chi esercita la patria potestà, e presentata con le seguenti modalità:

 

 

Alla domanda va allegata copia di un documento di riconoscimento.

Le domande potranno essere presentate a decorrere dal 05/08/2020 al 20/08/2020.

La domanda deve pervenire inderogabilmente entro le ore 12 del giorno di chiusura del bando.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: https://urbi-fe.umbriadigitale.it/urbi/progs/urp/ur1ME001.sto?DB_NAME=e055005&StwEvent=101&OpenTree=8&Archivio=

� possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

Link Utili