Consultazioni elettorali

DECRETO-LEGGE 14 agosto 2020, n. 103 Modalita' operative, precauzionali e di sicurezza per la raccolta del voto nelle consultazioni elettorali e referendarie dell'anno 2020. (20G00123) (GU Serie Generale n.203 del 14-08-2020)

 Art. 3 
 
Esercizio  domiciliare  del  voto  per  gli  elettori  sottoposti   a
  trattamento  domiciliare  o  in  condizioni  di  quarantena  o   di
  isolamento fiduciario per COVID-19 
 
  1.  Limitatamente  alle  consultazioni  elettorali  e  referendarie
dell'anno 2020, gli elettori sottoposti a trattamento  domiciliare  o
in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario  per  COVID-19
sono ammessi al voto presso il comune di residenza. 
  2. Gli elettori di cui al comma 1 devono far pervenire  al  sindaco
del comune nelle cui liste sono iscritti, con  modalita'  individuate
dall'ente medesimo, anche telematiche, in un periodo compreso tra  il
decimo e il quinto giorno antecedente quello della votazione: 
    a) una dichiarazione attestante la volonta' di esprimere il  voto
presso il proprio domicilio e recante l'indirizzo completo di questo; 
    b) un certificato, rilasciato dal  funzionario  medico  designato
dai competenti organi dell'azienda  sanitaria  locale,  in  data  non
anteriore  al  quattordicesimo  giorno  antecedente  la  data   della
votazione, che attesti l'esistenza delle condizioni di cui  al  comma
1. 
  3. L'ufficiale elettorale del  comune  di  iscrizione  nelle  liste
elettorali,  sentita  l'azienda  sanitaria  locale  apporta  apposita
annotazione   sulle   liste   stesse,   ai   fini    dell'inserimento
dell'interessato negli elenchi degli ammessi al voto  domiciliare  di
cui  al  comma  1  nonche'  assegna  l'elettore   ammesso   al   voto
domiciliare, alla  sezione  elettorale  ospedaliera  territorialmente
piu' prossima al domicilio del medesimo. 
  4. Il sindaco del comune in cui sono ubicate le strutture sanitarie
che ospitano reparti COVID-19, sulla base delle richieste  pervenute,
provvede a pianificare ed organizzare il supporto tecnico-operativo a
disposizione  dei  seggi  per  la  raccolta  del  voto   domiciliare,
comunicando  agli  elettori  che  hanno  fatto  richiesta   di   voto
domiciliare  la  sezione  elettorale  ospedaliera  cui   sono   stati
assegnati, entro e non oltre il  giorno  antecedente  la  data  della
votazione. 
  5. Il voto degli elettori di cui al comma 1 viene raccolto  durante
le ore in cui e' aperta la  votazione.  Viene  assicurata,  con  ogni
mezzo idoneo, la liberta' e la segretezza del voto nel rispetto delle
esigenze connesse alle condizioni di salute dell'elettore. 
  6. Ai medesimi fini relativi al  contenimento  del  contagio  ed  a
garanzia   dell'uniformita'   del   procedimento    elettorale,    le
disposizioni di cui al presente decreto si  applicano  alle  elezioni
regionali dell'anno 2020.  

Sono pubblicati all'Albo Pretorio online e in questa sezione i programmi elettorali delle liste che concorrono alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale e per l'elezione diretta del Sindaco.

Tutti i cittadini dei seguenti Paesi aderenti all’Unione europea:

“Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria”,

potranno votare per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio comunale, nel Comune di residenza. Lo stesso diritto ha il personale diplomatico o consolare (ed il relativo personale dipendente dei consolati o ambasciate) degli Stati dell’Unione europea in Italia, pur se non residenti, e non già iscritti in nessuna lista aggiunta di altro comune italiano.

Gli stessi cittadini possono presentare la propria candidatura a consigliere comunale.

Per l’esercizio dei detti diritti dovrà essere presentata, al Sindaco del Comune di residenza, domanda di iscrizione nelle apposite liste elettorali aggiunte.

Nella domanda, oltre all’indicazione del cognome, del nome, luogo e data di nascita, dovranno essere espressamente dichiarati:

— la cittadinanza;

— l’attuale residenza nonché l’indirizzo nello Stato di origine;

— la richiesta di iscrizione nell’anagrafe della popolazione residente nel comune, sempreché non siano già iscritti. L’iscrizione dell’elettore di altro Stato dell’Unione europea nella lista elettorale aggiunta non può comunque prescindere dal perfezionamento dell’iscrizione all’anagrafe della popolazione residente nel Comune;

— la richiesta di iscrizione nella lista elettorale aggiunta.

Alla domanda non presentata personalmente dovrà essere allegata fotocopia non autenticata di un documento di identità valido, come previsto dagli artt. 38 e 45 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

La domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte può essere presentata in ogni tempo e, in occasione del rinnovo del consiglio comunale, non oltre il quinto giorno successivo all’affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali (ENTRO IL GIORNO 11 AGOSTO 2020).